SPORT

I migliori esercizi di meditazione per allontanare ansia e stress

0 Commenti

Il solito tran tran quotidiano fatto di impegni e cose da organizzare a volte può complicarci la vita e creare qualche piccolo problema alla nostra capacità di concentrazione. E’ importante allora fare dei piccoli esercizi di meditazione per allontanare ansia e stress e vivere al meglio ogni nuova giornata. Chi mi conosce da tempo sa già quanto io adori alcune discipline come ad esempio lo yoga (e più in particolare, lo yoga acrobatico). Alcuni movimenti sono molto utili per scaricare tensioni e stress ed ecco perchè è importante dedicare una parte della giornata o della settimana a sè stesse. Ma non perdiamo altro tempo e scopriamo insieme quali sono i migliori esercizi di meditazione utili per tenere lontani ansia e stress.

1. Concentratevi sulla respirazione

La base di una buona meditazione è la respirazione, per questo motivo è importante allenare il fiato con i giusti esercizi. Per eseguire questo primo semplice esercizio di meditazione occorrerà sedersi su una sedia oppure per terra con le gambe incrociate, distendere la schiena, tenere gli occhi socchiusi e iniziare a fare dei lunghi ed intensi respiri prestando molta attenzione all’aria che inspirate ed espirate. Concentrate tutta la vostra energia e tutti i vostri pensieri solo ed esclusivamente sul respiro.

2. Meditazione e schiena

Un altro esercizio perfetto per allontanare ansia e stress consiste nell’eseguire due semplici posizioni dette “del gatto” e “della mucca”. Per tutte e due gli esercizi la posizione di partenza è identica: ponetevi carponi con le mani ben salde a terra e le braccia della stessa larghezza delle spalle. A questo punto inarcate verso l’alto la schiena spingendo la testa verso il basso. Mantenete la posizione per qualche decina di secondi dopodichè potete tornare alla posizione di partenza. Per realizzare il secondo esercizio, invece, anzichè inarcare la schiena verso l’altro la dovrete inarcare spingendo verso il basso e mantenere quanto più possibile la testa sollevata. Entrambi gli esercizi vanno accompagnati da una corretta respirazione.

3. Posizione capovolta

Infine le più audaci possono provare ad eseguire la posizione capovolta. Si tratta di un esercizio di meditazione che prevede che la testa e le braccia facciano da base a tutto il resto del corpo. Per realizzarla mettetevi in ginocchio su un tappetino, piegate in avanti e con i gomiti ben distanziati. Intrecciate tra di loro le dita delle mani e poggiatele a terra. Una volta raggiunta questa posizione, abbassate la testa fino a che non sarà ben salda alle mani che le faranno da base di appoggio. Dopodichè, puntate i piedi a terra, avvicinandoli quanto più possibile alla testa: in questo modo sarà più semplice darsi la spinta. Eseguite alcuni esercizi di inspirazione ed espirazione prima di staccare i piedi da terra innalzando le gambe verso l’alto e praticando una verticale. Una volta raggiunta questa posizione trattenetela quanto più possibile inspirando ed espirando. Infine, abbassate lentamente le gambe verso il suolo e con movimenti lenti e controllati ritornate alla posizione di partenza.

COMMENTA

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>